Bush va in Brasile: risate, e proteste

marzo 9, 2007

Bush è arrivato ieri sera in Brasile, a San Paolo. La visita fa parte della tournè sudamericana del presidente USA. Un tentativo di arginare l’influenza del collega venezuelano Chavez?

usa vs america latina

In Brasile il principale tema ufficiale sono comunque i biocombustibili – il paese è il principale produttore mondiale di bioetanolo, usato come alternativa alla benzina.

Bene, ieri il quotidiano Folha de Sao Paulo, una sorta di Corriere della Sera brasiliano, annunciava la visita del presidente USA con, tra gli altri, questo articolo. Traduco l’incipit:

“Il presidente nordamericano George W. Bush arriva oggi a San Paolo. Se sarà tanto incline alle gaffes in Brasile come è solito esserlo negli Stati Uniti, la sua visita sarà servita a qualcosa: a farci divertire…”

E come continua? Con un elenco. I dieci video di youtube più spassosi con protagonista Bush!

(Tra i dieci anche lo spezzone tremendo, ripreso anche da Michael Moore, in cui Bush parla ai giornalisti del terrorismo da un campo di golf, dicendo “Convoco tutte le nazioni del mondo a fare tutto il possibile per sbarrare la strada a questi assassini sanguinari” e conclude la frase con “…e adesso guardatevi questo colpo”)

Mi piacerebbe che Repubblica o il Corsera facessero una cosa del genere da noi, come accoglienza (a Bush o a un suo pari). Mi piacerebbe vedere le reazioni – sdegno istituzionale, tensioni diplomatiche…

(Internazionale in ogni caso nella pagina satirica ci regala una frase perla di Bush a settimana. I Bushismi)

E ieri, a San Paolo ma anche in altre metropoli del paese (tra cui Porto Alegre e Rio de Janeiro) numerose manifestazioni di protesta hanno voluto segnalare la visita di Bush come indesiderata.

La manifestazione di San Paolo, univa al tema della protesta “contro Bush e l’imperialismo nordamericano” la rivendicazione di maggiori diritti per le donne (ieri era l’8 marzo).

Vi hanno partecipato tra le 10.000 e le 15.000 persone. Il corteo è stato caricato dai reparti speciali della polizia, che hanno fatto uso di lacrimogeni, munizioni di gomma e bombe urticanti (al pepe), a quanto pare per non aver rispettato il limite di occupare una sola carreggiata del viale Avenida Paulista. Si sono registrati feriti e alcuni fermi.


Aggiornamenti (in portoghese): Indymedia Brasile


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.